Archivi categoria: Suggerite da voi.

Fa ‘ndà i mà, filù*

Amico (muratore): Cosa hai? Stanco?

Io: Sono a pezzi… oggi c’è stato un problema su un importante sito e il Cliente era arrabbiatissimo… abbiamo risolto alle 11 di sera passate

Amico: Ma come fai ad essere stanco? Passi la giornata a fare invio , invio , invio , esc , esc , esc…

Uno stanco contributo di Fabio Morici, che Ama il web non ricambiato. E si attornia di Amici muratori che evidentemente non comprendono quanto sia faticoso non solo fisicamente ma anche mentalmente schiacciare tutto il giorno invio, invio, invio, esc, esc, esc.

*Dal dialetto bergamasco: “Fai andare le mani, sfaticato”

Mela sento.

Appena terminata la configurazione dell’iPad di mia mamma per il suo lavoro.

Mamma: Grazie di tutto, solo un ultima cosa: come mi accorgo se ha qualche malfunzionamento?

Io: Eh?

Mamma: Ma sì, insomma… se dovesse avere qualche guasto come me ne accorgo? Mi avvisa lui? (indicando l’iPad)

Io: Sì… Ma al livello inconscio, per evitare che ti spaventi. Quando senti che c’è qualcosa che non va me lo dici…

Mamma: Ma lo fa davvero???

Un filiale contributo di ErDefe, che Ama il web non ricambiato. E si prende gioco della fiducia tecnologica della mamma non considerando di quante volte lo contatterà in seguito “sentendo che qualcosa non va”.

Sinfonia in F4 maggiore.

Suocero: Non mi funziona più il tasto start, come faccio?

Io: Allora, proviamo a riavviare il PC: schiaccia i tasti ALT F4, dovrebbe apparire una finestra di dialogo con alcune opzioni per lo spegnimento ed il riavvio del computer…

Suocero: …ehm… no… non esce nulla!

Io: Sicuro? Puoi riprovare per sicurezza?

Suocero: …no …proprio non va… eppure li sto schiacciando tutti e tre assieme: alt, la effe ed il 4…

Io: Ehm, non così. Devi schiacciare ALT assieme al tasto F4, nella parte alta della tastiera… Poi dovresti vedere una finestra…

Suocero: mmm… Sì, sì ora la vedo! Ma sta lampeggiando molto velocemente!

Io: Uh? Dunque… aspetta… fammi pensare da cosa potrebbe dipendere… (dopo un po’ di tempo mi viene un sospetto) Ma per caso stai ancora schiacciando i tasti?

Suocero: Sì! Posso finalmente lasciarli?

Un contributo di Thesee che Ama il web, non ricambiato. E sa che suo suocero non sarà un grande esperto di informatica ma come organista spacca.

IBAN baccioni.

Cliente: Mi scusi, ma sul nostro sito non c’era già un modulo per il pagamento online?

Io: No, avevate deciso di aspettare… come vi dissi tempo fa c’è solo un modulo per raccogliere i dati dell’utente che ha intenzione di fare un pagamento.

Cliente: E non possiamo farlo?

Io: Certo. Dunque, per realizzare un pagamento online serve un contratto con un Gateway di pagam…

Cliente: Ma scusi, non può mettere un pulsante per fare subito un bonifico? Tanto l’IBAN nostro ce l’avete già!

Un pulsante contributo di Marco che Ama il web, non ricambiato. E già che oltre al pulsante per i bonifici potrebbe metterne uno anche per effettuare le spedizioni, tanto l’indirizzo dell’ufficio postale più vicino lo conosce.

Cura te stesso.

Cliente (via e-mail): (…) Se ci potete solo aprire la pagina Facebook, preferiamo curarla direttamente noi da soli.

Io: Allora, ci servirebbe sapere chi seguirà la pagina Facebook, così da poter dare tutti gli accessi a questa persona…

Cliente: La pagina verrà seguita sicuramente dalla fascia più giovane di pubblico.

Un giovane contributo di SocialMediaSomeone che Ama il web, non ricambiato. Ed è certo che il Cliente saprà curare al meglio la pagina Facebook, aiutato da tutta la fascia più giovane.

Senza carattere.

Cliente (architetto): No, il post su Facebook non va bene così…

Io: In che senso?

Cliente: Il nome del nostro studio non va bene!

Io: Lo abbiamo inserito nel post come tag ed è corretto…

Cliente: Eh no! Il nome deve essere scritto nel carattere Century Gothic che fa parte integrante del logo.

Un contributo di Chiccabubble che Ama il web, non ricambiata. Ed è terribilmente superficiale nel scegliere i font quando pubblica su Facebook quando basterebbe copiare il carattere del logo.

 

Stop the rock!

Utente: (chiamando Help Desk innervosito) Oggi non riesco nemmeno ad accedere al computer!

Io: Vediamo, mi dica cosa visualizza come errore di accesso…

Utente: Continuo a mettere nome utente e password ma non mi fa entrare!

Io: Uhm, ma cosa le esce scritto? Magari password errata…

Utente: No!! Continua a esserci scritto di bloccare la musica! Ma che è ‘sto block music??! Io nemmeno ce li ho i programmi per ascoltare la musica!

Io: Ehm… ecco… probabilmente è block maiusc: sta scrivendo la password tutta in maiuscolo e per questo motivo non la fa accedere!

Utente: Ma no! Ti dico che è block music!!!

Un contributo di anon123 che Ama il web, non ricambiato. E insiste nel voler convincere l’Utente che la musica non c’entra, quando è chiaro che il computer è infastidito da qualche brano di Gigi D’Alessio che sente in lontananza.

Circolino letterario.

Cliente: …ma cosa state facendo ai computer? Non funziona niente!

Io: Veramente non stiamo facendo nulla ai comp…

Cliente: No, no. È successo proprio ora, che siete qui in ufficio!

Io: Ma cosa succede?

Cliente: Vieni qui! Guarda! Ho il circolino impazzito…

Mi avvicino, sul monitor c’è il cerchietto di caricamento di Windows sopra ad una finestra “Esplora risorse” che lampeggia impazzita…

Io: Se toglie questa pila di libri dalla tastiera forse è meglio…

Un contributo di Nicola che Ama il web, non ricambiato. E sa che quando è presente in ufficio dal Cliente posso capitare strane cose ai computer: ad esempio impazziscono se si carica la tastiera con una pila di libri.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: