Archivi categoria: Geni all’opera.

IBAN baccioni.

Cliente: Mi scusi, ma sul nostro sito non c’era già un modulo per il pagamento online?

Io: No, avevate deciso di aspettare… come vi dissi tempo fa c’è solo un modulo per raccogliere i dati dell’utente che ha intenzione di fare un pagamento.

Cliente: E non possiamo farlo?

Io: Certo. Dunque, per realizzare un pagamento online serve un contratto con un Gateway di pagam…

Cliente: Ma scusi, non può mettere un pulsante per fare subito un bonifico? Tanto l’IBAN nostro ce l’avete già!

Un pulsante contributo di Marco che Ama il web, non ricambiato. E già che oltre al pulsante per i bonifici potrebbe metterne uno anche per effettuare le spedizioni, tanto l’indirizzo dell’ufficio postale più vicino lo conosce.

Faccia marcia, indietro.

Cliente: Buongiorno, abbiamo un problema con il sito su Google Chrome…

Io: Quale problema?

Cliente: Quando clicchiamo sulla freccia in alto a sinistra, vicino a dove si scrive l’indirizzo del sito…

Io: Sì?

Cliente: Ecco… si viene rimandati alla pagina precedente!

Io: …e quindi? È normale!

Cliente: Eh no! Noi vorremmo che cliccando la freccia si venga rimandati ad una pagina che decidiamo noi!

Un contributo di Luca DM che Ama il web, non ricambiato. E consente che su Chrome, cliccando sulla “freccia indietro”, si vada alla pagina precedente. O che si possa inserire l’indirizzo di un altro sito nella barra di navigazione prima di aver finito di leggere tutto quello del suo Cliente.

 

Mi esce.

Cliente: Ciao scusa, ma come si fa il simbolo “&” minuscolo?

Io: In che senso scusa? Non c’è il minusc…

Cliente: No, perché io lo faccio maiuscolo con il tasto Maiusc…

Io: Sì…

Cliente: Ma se lo faccio minuscolo mi esce il 6!

Un minuscolo contributo di Silvano che Ama il web, non ricambiato. E non ha mai pensato all’incompletezza delle tastiere che se vuoi fare il punto esclamativo minuscolo esce l’1, se volessi delle piccole parentesi tonde esce l’8 o il 9 e i punti interrogativi sei sempre obbligati a farli grandi, e se vuoi fare piccole domande ti esce sempre fuori un’apostrofo.

Scarico scarico scarico.

Cliente: Quindi la pagina pubblicitaria è pronta?

Io: Sì, ti mando il link da cui scaricare la pagina pubblicitaria. Controlla che sia ok e poi gira il link alla rivista…

Cliente: Eh, ma non posso!

Io: Cioè?

Cliente: Se lo scarico io poi quelli della rivista come fanno? Non lo trovano più…

Uno scaricato contributo di whatcoow che Ama il web, non ricambiato. Ed è convinto che da un link si possa scaricare più volte un file quando è noto che una volta scaricato andrebbe ricaricato un’altra volta.
P.S. chi comprende la provenienza del titolo ha un’età e tutto il mio rispetto.

Si stava meglio quando si stava 1234.

Cliente: Però il nuovo sito non funziona bene, mi trovavo meglio con il vecchio…

Io: Mi faccia un esempio, che problema ha di solito? Se me lo spiega possiamo vedere di risolverlo…

Cliente: Eh, mi scordo sempre la password!

Un malfunzionante contributo di GePs che Ama il web, non ricambiato. E crea questi scomodissimi siti in cui Cliente si trova costretto a ricordarsi la password.

Spostamento d’aria.

Collega: Ho preparato tutti i file della presentazione, li ho messi nella cartella “Presentazione” dentro alla cartella “Lavori”.

Io: Sì, ok, però andavano messi da un’altra parte… nella cartella “Progetti”.

Collega: Ah, ok.

Dopo dieci minuti.

Io: Hai fatto?

Collega: Eh, allora: ho creato la cartella “Presentazione” dentro “Progetti”, ora sto ricreando tutti i file uno ad uno… mi ci vorrà un po’…

Io: Ma bastava spostarli!!!

Collega: Guarda, a spostare le cose si fa sempre casino…

Un fermo contributo di Alberto Capelli che Ama il web, non ricambiato. E si illude che si possano spostare i file da una cartella all’altra senza fare casino: lo sanno tutti che muovendo tanti file si creano pericolose turbolenze.

Cosa hai messo nel caffè?

Cliente: …ti devo passare le foto. Come faccio? Con una chiavetta?

Io: Sì, ne hai una?

Cliente: Non la trovo… Se ti passo quella del caffè non va bene lo stesso?

Uno sveglio contributo di Alberto che Ama il web, non ricambiato. E non può usare la chiavetta per la macchina distributrice di bevande ma solo per evitare che le foto si inzuppino di caffè.

Io speriamo che me la cavo.

Elettricista: (pensieroso davanti ad uno switch, con un cavo RJ-45 in mano) Mah… non capisco… questo affare…

Io: È un cavo RJ-45… Qualcosa non va?

Elettricista: No… No… Beh, sì… M’han detto che i dati entrano in questo coso, ma non ho capito da dove escono…

Un elettrico contributo di Warp10 che Ama il web, non ricambiato. E comprende la difficoltà di Elettricista, a cui son chiare le dinamiche del moto degli elettroni nei cavi, ma molto meno quelle degli spostamenti di immagini, foto e video in un coso così…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: