Archivi categoria: Il cliente ha ragione.

Circolino letterario.

Cliente: …ma cosa state facendo ai computer? Non funziona niente!

Io: Veramente non stiamo facendo nulla ai comp…

Cliente: No, no. È successo proprio ora, che siete qui in ufficio!

Io: Ma cosa succede?

Cliente: Vieni qui! Guarda! Ho il circolino impazzito…

Mi avvicino, sul monitor c’è il cerchietto di caricamento di Windows sopra ad una finestra “Esplora risorse” che lampeggia impazzita…

Io: Se toglie questa pila di libri dalla tastiera forse è meglio…

Un contributo di Nicola che Ama il web, non ricambiato. E sa che quando è presente in ufficio dal Cliente posso capitare strane cose ai computer: ad esempio impazziscono se si carica la tastiera con una pila di libri.

Ce l’hanno tolto, rubato!

Cliente: Aiuto! Mi hanno rubato il computer, è un disastro, ho perso tutti i miei dati, potete ripristinarmi tutto il prima possibile?

Io: Cosa intendi per ripristin…

Cliente: Ho qui un hard disk esterno!

Io: Non capisco… Ma i dati non sono nel computer rubato?

Cliente: Appunto!

Io: Ma se ti hanno rubato il pc significa che non possiamo recuperare i tuoi dati che si trovano appunto nel…

Cliente: Non mi interessa!!! Pago 1000 euro a chi mi ridà i dati!

Un furtivo contributo di Daniele che Ama il web, non ricambiato. E non vuole provvedere al recupero della refurtiva quando basterebbe solo un hard disk esterno e tanta fantasia.

È una vergogna.

Cliente: (decisamente alterato) Pronto? La procedura che avete installato ieri non funziona! Ho la produzione che deve andare avanti! E’ una vergogna, con quello che paghiamo!

Capo: Guardi, a me pare che funzioni tutto regolarmente…

Cliente: Oh, insomma! Venga qui che le mostro di persona!

Capo: Va bene, arrivo.

Capo parte verso la sede di Cliente.

Capo torna in ufficio.

Capo: Tutto risolto: stava cliccando le immagini sul pdf del manuale…

Un alterato contributo di Franz (e del suo Capo) che Amano il web, non ricambiati. E realizzano questi manuali talmente ben fatti che Cliente è indotto a pensare che siano direttamente l’applicativo su cui lavorare.

Coincidenze? Io non credo.

Cliente: … ultimamente me ne capitano di ogni tipo…

Io: Lascia perdere, pensa che ieri sono rimasto chiuso nel mio ufficio che si era rotta la maniglia della porta e hanno dovuto aprirla con una spallata…

Cliente: Davvero? Anche tu?

Io: Perché è successo anche a qualcun altro?

Cliente: Sì.. cioè, l’ho letto su una pagina Facebook… sai Amoilweb, il blog? Ha scritto che era bloccato in ufficio…

Un misterioso contributo di Michele come Amoilweb. Che ci rivela che oggi è il suo compleanno. E caso vuole che oggi compia gli anni anche Amoilweb. Stesso giorno, stesso mese, stesso anno. E il mistero si infittisce: stessa madre.
Coincidenze? Io non credo.

Pubblicità regresso.

Cliente: ….in definitiva il nostro sito deve essere serio, autorevole, piacevole alla vista ma sopratutto completo: deve fornire tutte le informazioni possibili all’utente.

Io: Mi sembra un ottimo approccio… obiettivi chiari aiutano molto in fase di progettazione…

Cliente: No, aspetta. Fai così: facciamo una landing ma senza troppe informazioni…

Io: Ma…

Cliente: Anzi le informazioni le diamo in seguito… forse…in futuro…

Un lineare contributo di Tornado3077 che Ama il web, non ricambiato. Che se fosse andata avanti la conversazione avrebbe ricevuto l’incarico per “una landing, no una dem, anzi un banner, meglio una gif animata, facciamo una favicon. Colorata, meglio bianca. Anzi trasparente. Facciamo che decidiamo in seguito, per ora non faccia nulla.”

Disfunzionali.

Cliente: Con la grafica siamo a buon punto?

Io: Sì, ti ho mandato uno screenshot via mail di come sarà l’interfaccia grafica della pagina di login così mi dici se va bene.

Cliente: Ricevuta ora, la sto guardando… Senti, ti segnalo che non funziona! Io clicco su login ma non succede assolutamente niente. Non va!

Un valido contributo di Franz che Ama il web, non ricambiato. E fa questi screenshot problematici che non funzionano: non si riesce nemmeno a fare il login.

Problemi di ingresso.

Cliente: Stavo controllando l’anteprima del sito…. tutto bene ma su Google Map abbiamo un problema!

Io: Cioè?

Cliente: Il segnalino della posizione… è messo sul centro del nostro stabile… Potreste chiamare Google e chiedere che lo spostino più in basso di mezzo centimetro così da posizionarlo esattamente sul portone di ingresso?

Un geolocalizzato contributo di AmoGoogle(non ricambiato) che Ama il web, non ricambiato (e anche Google). E non vuole spostare il placeholder davanti al portone solo perché teme che non si riuscirebbe più ad aprire la porta.

Retro marcio.

Cliente: Vorrei che mi inviaste una versione da mettere online della locandina che abbiamo stampato.

Io: Ok, procediamo appena possibile.

Cliente: Mi raccomando, ho bisogno che resti fronte e retro!

Io: … ehm … sì, certo.

Un contributo fronte e retro di Bob che Ama il web, non ricambiato. E sta cercando una soluzione per garantire al Cliente che guardando il retro del proprio monitor possa vedere il retro della locandina.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: