Archivi categoria: Piccoli strateghi in erba

Basta spiegarsi.

Cliente: È indispensabile che il sito della nostra nuova app compaia in prima pagina di Google entro stasera.

Io: Direi che è impossibile, abbiamo messo online il sito ieri ed è già un miracolo che sia indicizzato su Google. In casi del genere forse è più appropriata una campagna a pagamento su circuiti come AdWords o AdMob.

Cliente: Noi non vogliamo regalare soldi a Google o a chicchessia… devi fare l’impossibile!

Io: Non saprei cosa poss…

Cliente: Piuttosto chiama Google e spiegagli il nostro problema così ci mettono in prima pagina.

Un contributo di BearNellaCasaBlu che Ama il web, non ricambiato. E chiama sovente Google per spiegare i problemi dei suoi Clienti: infatti risultano tutti in prima pagina nelle ricerche.

Esclusivizzimo.

Cliente: Salve, siamo alla ricerca di un nome memorabile per il nostro e-commerce.

Io: Memorabile?

Cliente: Sì. L’idea è quella di vendere prodotti ricercati, molto particolari e unici, che non si troveranno altrove, e nemmeno sul nostro sito.

Un memorabile contributo di eleonora che Ama il web, non ricambiata. E cerca un nome adatto ad un e-commerce che vende prodotti talmente esclusivi da non poterli vendere. “Stronzata” è poco memorabile, in effetti.

Il nemico ci ascolta.

Cliente: Ho visto la vostra proposta per il sito…

Io: Sì, è una ipotesi di layout. Ha qualche modifica da proporre?

Cliente: Non voglio utenti registrati e il sito deve essere più vivo!

Io: Uhm, sì…

Cliente: E poi deve avere tre caratteristiche fondamentali: deve essere di facile consultazione per gli amici, accattivante per il curioso, lo deve accalappiare, e ostico per il nemico! Non deve trovare le informazioni!

Un contributo di RoMi che Ama il web, non ricambiato. E sta ancora cercando uno script per il riconoscimento del nemico così da occultare a dovere le informazioni.

Lui.

Cliente: E quindi ci siamo fatti fare un e-commerce. Il problema è che non sta funzionando, nessuno acquista da noi…

Io: Mi scusi, ma i vostri sono prodotti professionali, di nicchia … e il sito non è nemmeno rintracciabile su Google: come avevate previsto di farvi conoscere?

Cliente: Noi lo abbiamo messo su internet, non ci pensa lui?

Io: Lui chi?

Cliente: Lui… internet!

Un contributo di Amoilweb che sa che per gli e-commerce ci pensa Lui. Non l’UI. Ma nemmeno lui, Amoilweb. Lui… internet.

Catcher in the rye.

Cliente: Abbiamo navigato il nuovo sito…

Io: Sì, abbiamo appena messo online!

Cliente: Bene… ma mentre si aprono le nostre pagine con dei link esterni, questi siano bloccati e fermi sempre sulla pagina linkata, impedendone la navigazione!

Io: Credo di non aver compreso…

Cliente: Cioè, in pratica, se uno va su un altro sito tramite il nostro, bloccatelo lì! Deve navigare solo e sempre sul nostro!

Un bloccante contributo di Mara che Ama il web, non ricambiata. E usa Faial Catcher: garantisce agli utenti piena navigazione nei tuoi siti mentre li blocca prima che finiscano nel resto del web.

Cosa sono i milioni.

Capo: Ho un’idea fantastica che ci farà guadagnare milioni!

Io: Wow! Cioè?

Capo: L’altro giorno ero in città e non riuscivo a trovare parcheggio, così ho pensato che sarebbe stato bello avere un’app che mi dicesse dove c’è un parcheggio libero.

Io: È tutt’altro che semplice, devi farti dare i dati dai parcheggi coperti e…

Capo: No no no… io dico quelli lungo le strade!

Io: Ma allora ti servono dei sensor…

Capo: No! Usiamo Google Maps!

Io: Sì, ma per i parch…

Capo: Sì! Perché tramite Google Maps vediamo quando un’auto lascia il parcheggio e a me arriva la notifica che ora è libero proprio dietro l’angolo!

Un valido contributo di Matteo che Ama il web, non ricambiato. E per far guadagnare milioni al suo Capo ora monitora costantemente Google Maps in attesa che qualcuno sposti la macchina.

Arriva quello furbo.

Cliente: Buongiorno, la chiamo perché vorrei creare un motore di ricerca identico a Google…

Io: Ah… identico… ehm… benissimo! E che budget avrebbe a disposizione?

Cliente: Mah, io pensavo sui 500, 700 euro….

Io: Senta, ma secondo lei se potessi crearle un motore di ricerca identico a Google per questa cifra starei qui a fare siti web?!?

Una condivisibile risposta di gabriele che Ama il web, non ricambiato. E sta qui a fare siti web, mica perché non possa fare un motore di ricerca identico a Google. È che non ci aveva mai pensato.

Tra le nuvole.

Cliente: …con questa nuova soluzione di gestionale ci danno tutto, anche i servizi in cloud…

Io: Bene, è un bel passo in avanti: mi sembrava che foste molto tassativi sul fatto che i vostri dati risiedessero in azienda senza accesso esterno…

Cliente: Perché cosa c’entra? Cioè, spiegami per bene cosa sarebbe il cloud…

Un contributo di Amoilweb. Che riconosce il potere occulto di certi termini inglesi d’effetto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: