Abbiamo toccato lo sfondo.

Collega: È per me?

Io: Sì, è il tuo nuovo monitor… se mi dai un attimo te lo sostituisco…

Collega: Bene, ti lascio la postazione così lo sistemi.

Inizio a trafficare tra polvere e cavi ingarbugliati.

Collega: Aspetta! Ci ho ripensato! Posso riavere il monitor vecchio? Se no perdo la foto dello sfondo che mi piaceva tanto…

Un classico contributo di Claudia che Ama il web, non ricambiata. E non comprende come ci siano persone affezionate agli sfondi e altre alle icone (ma tutte con un grande cuore).

13 thoughts on “Abbiamo toccato lo sfondo.

  1. Anubi scrive:

    sarebbe come dire addio a un pezzo di noi,il caro sfondo… Sacrilegioo 😀

  2. ocramot scrive:

    E poi scopri che era un iMac ed aveva ragione Collega 😀

  3. Luca P.© scrive:

    E’ successo anche a me. Così ho fissato l’utonto per qualche secondo come si guarda una cacca di cane finché ha detto: “Ho detto una ca%%ata, vero?”. Me ne sono andato senza rispondere.

  4. claudia non ha capito. aveva una vetrofania sul monitor. 😛

  5. Leonick scrive:

    Il mondo non cambia mai: è difficile per un profano capire dove stia l’informazione.
    Mio padre aveva un negozio di elettrodomestici: mi raccontò di quando, negli anni ’60, un cliente anziano venne a comprare delle pile per la sua radio, e tornò a lamentarsi che non fossero buone, perché erano piene di radiogiornali, mentre lui ne voleva che contenessero musica…

    • Lilly scrive:

      Questa è anche molto dolce.
      Se succede oggi ti incacchi, perché veramente, con internet l’informazione è alla portata di tutti (ovviamente escludo gli anziani, che magari non hanno piacere di passarci le giornate per ‘informarsi’).

  6. Una mia parente chiama i telefoni cellulari tramite il cellulare ed i telefoni fissi tramite il fisso, altrimenti “gli fa confusione in testa” dice.

    • amoilweb scrive:

      Forse ha adottato questa procedura dopo una prima telefonata da cellulare verso fisso e la confusione generata é risultata permanente?

    • 20claire15 scrive:

      mio padre ha fatto credere a mia madre di essere un mago per anni
      rispondendo “dimmi, cara” quando lei lo chiamava al cellulare
      😀
      (la mamma non aveva capito che compare il nome di chi ti chiama, se ce l’hai in rubrica)
      per il resto sono anch’io contornata da piastrelle del cesso, apparte la zia ottantenne semicieca che usa a gogo kindle che le ingrandiscono le pagine dei libri e tablet e smartphone con riconoscimento e sintetizzatore vocale che leggono e scrivono i messaggi per lei, noonche’, ovviamente, whatsapp! prima ancora che la nipote scienziata collegasse il cervello e glieli consigliasse 😉

  7. paolo scrive:

    Non dimentichiamolo mai: queste persone votano…

Commenta l'Amoilweb:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: