Digli scemo.

Cliente: Salve, allora io vorrei realizzare un portale di presentazione con annesso un e-commerce e con queste funzionalità […]. Prima di farle scrivere un preventivo, però, vorrei avere una stima approssimativa dei costi.

Io: Beh, a fronte di quanto mi ha detto credo che ci aggiriamo sui €x.000-€x.500, ma è solo per darle un’idea…

Cliente: Mmm… bene, allora il portale deve essere realizzato in più lingue, per partire direi italiano, inglese e francese. E deve avere anche un pannello per rivenditori con sistema di fidelizzazione a punti… e poi avrei un paio di altre funzioni utili che vorrei inserire…

Io: Stiamo parlando di altre funzionalità quindi la stima sale…

Cliente: Scusi ma io, sinceramente, vorrei proprio evitare che più funzionalità le chiedo e più ci sia da pagare!

Un esoso contributo di blank che Ama il web, non ricambiato. E utilizza questa inusuale e bizzarra politica commerciale per cui il prezzo sale al crescere delle richieste del Cliente il quale, sinceramente, preferirebbe il contrario. Anzi, sinceramente, vorrebbe proprio non pagare nulla. Sinceramente, chi non lo vorrebbe?

10 thoughts on “Digli scemo.

  1. Nessuno scrive:

    Per avere i siti gratis bisogna chiedere agli hacker ellenici che hanno sempre un cugino che fa li fà, faial più, faial meno, la domenica.

  2. 20claire15 scrive:

    invece dei bitcoin e della realta’ virtuale dovevate inventare il SITO MATERIALE:
    -immaginate il sito come una casa
    -fate una corrispondenza fra ogni funzionalita’ ed un pezzo di casa, ad esempio: 3 lingue = avere il tetto in pannelli solari fotovoltaici, funzionare = avere il cesso! 😀 , andare su tutti i browser e su tutti i sistemi operativi di tutti i possibili device del mondo = avere 3 bagni ciascuno con l’idromassaggio, etc
    -fate dei simpatici modellini di casetta con tutti questi pezzettini
    -quando arriva il cliente invece di PARLARE di FUNZIONALITA gli fate il plastico del suo sito
    Cosi’ quando vi aggiunge richieste voi aggiungete lusso e aggiungete soldi e quando vi chiede di pagare meno voi togliete pezzi
    Voglio vedere che fa quando vi chiede di pagare meno e voi togliete l’ultimo cesso!

  3. Federico scrive:

    Allora guardi, mi faccia un preventivo esatto per una pagina in html che scriva solo “Hello world”, che le caratteristiche del portale gliele chiedo in seguito

    • Dario scrive:

      Si, magari gestiamo le change request come fossero issue, che mi sembra un altro approccio più che abusato 😀

      • Federico scrive:

        Un classico, appena consegni un aggiornamento di un programma a un cliente.
        Dopo qualche giorno ti chiama ed esordisce con: “da quando mi hai consegnato l’aggiornamento…” e poi giù una lista di problemi che non c’entrano niente, del tipo “ho forato una gomma dell’auto”, “mi hanno rubato il portafogli”, oppure “si è rotta una stampante”, o “un piccione me l’ha fatta sull’auto appena lavata”.
        E tu ovviamente sei tenuto a lavargli l’auto, perché la colpa è comunque tua a prescindere.

  4. giovanni malafarina scrive:

    Sì, diglielo “scemo”.

  5. Mezzatazza scrive:

    Tragicomico come i profani siano spesso convinti che lavorare sul virtuale sia un hobby rapido e veloce.
    Che provino loro, santo cielo.

  6. Mr. Nik™ scrive:

    Chissà se anche dal concessionario ordina l’auto superaccessoriata, con tutti gli optional, allestimento extra-lusso, e poi pretende di pagarla quanto il modello base…

Commenta l'Amoilweb:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: