Chi no cianze no tetta.

Cliente: Ho ricevuto il preventivo ma pensavo di spendere molto meno… al massimo un quinto… magari anche meno…

Io: Mi sembra davvero impossibile, è comunque un sito creato ad hoc per rispondere alle vostre richieste e…

Cliente: Belin, ma senti… non è che hai un sito che ti avanza?

Io:

Cliente: Non so, magari di un cliente che ve l’ha ordinato e non l’ha più ritirato… Ci mettete il logo e i nostri colori e poi ci aggiungete le cose che vi abbiamo chiesto….

Un  contributo di Amoilweb. Che essendo di origini liguri ben sa che “chi non piange non succhia (il latte)” per cui vale la pena di provarci sempre ma anche che “sciûsciâ e sciorbî no se pêu” – “non si può soffiare e sorbire (allo stesso tempo)”. E comunque “a moæ di belinoin a l’é de lungo gräia.”

15 thoughts on “Chi no cianze no tetta.

  1. E3boss ha detto:

    Wow…
    Oramai siamo arrivati a questo punto, te le dicono pure in faccia le cose.

  2. yodastudio ha detto:

    Per quanto possano sembrare divertenti, situazioni di questo tipo capitano davvero.
    Ed allora c’è poco da ridere.

  3. COT ha detto:

    I gondoin e i funzi náscian sensa semenali!!

  4. Vit ha detto:

    Un usato garantito…. O_O

  5. Riky 77 ha detto:

    Un bel km Zero ho un usato sicuro di Amoilweb

  6. Juan ha detto:

    Battitene u belin sulle articiocche!!!

  7. Giulio Franco ha detto:

    Ma non lo volevano personalizzato per le loro esigenze? Cambiato idea?

  8. Federico ha detto:

    mandalo in edicola, ci sono quei pacchetti software a 15/20 euro per creare siti “fai da te”, e poi sarà contento per forza, visto che ha speso niente e lo ha fatto proprio come voleva lui. Con certa gente l’unico punto in comune è che usiamo la stessa lingua, per il resto siamo su pianeti diversi e già fargli un preventivo è una grossa perdita di tempo.

  9. marinz ha detto:

    potevi rispondere: “mi avanza una pagina in più… che faccio le la lascio?” :o)

  10. quio71 ha detto:

    Puoi tradurre il titolo per i non autoctoni?

    • amoilweb ha detto:

      È tradotto nel commento: “chi non piange, non succhia (il latte materno”. Il bambino che piange alla fine ottiene ciò che vuole (il latte). Nel mondo lavorativo e degli affari soprattutto lascia intendere che se insisti qualcosa ottieni…

  11. Rigongia ha detto:

    Vabbe’, anche tu pero’ … La fama dei liguri si sa qual’e’ … 😛 (non me ne vogliano i liguri. Ho degli amici genovesi e sono delle ottime persone. La mia vuole essere solo una innocente battuta)

Commenta l'Amoilweb:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: