Non farle ‘ste domande.

Impiegata CAFF CGIL: Guardi che le manca questo documento…

Io: Oh.. se mi da un minuto le mando il pdf.

Impiegata CAFF CGIL: No, non si può, a noi serve il cartaceo!

Io: Ah… come mai?

Impiegata CAFF CGIL: Perché dobbiamo scannerizzarlo!

Un chiaro contributo di Ghembs che Ama il web, non ricambiato. E si stupisce che i documenti digitali non siano accettati, quando è ovvio che servano i cartacei perché siano digitalizzati. Non farle ‘ste domande, che poi ti viene il mal di stomaco. 

25 thoughts on “Non farle ‘ste domande.

  1. Stefano ha detto:

    Beh, col pdf avrebbe potuto scannerizzare il monitor…

  2. lightingcloud ha detto:

    Evidentemente lo voleva in jpeg. Anche tu, però, con questi formati ggiovani.

  3. lightingcloud ha detto:

    Evidentemente lo voleva in jpeg. Anche tu, però, con sei formati nuovi che non conosce nessuno!

  4. coccinella ha detto:

    tristezza, ma a me è capitato sul serio. il programma che usavamo prevedeva la scansione del documento ma non permetteva di caricare un file… -.-

  5. Al3xI98O ha detto:

    Una mia cliente doveva mandarmi uno screenshot di un errore… Mi arriva la mail con allegato e noto che:
    1. ha preso lo screen
    2. l’ha messo in word
    3. l’ha stampatp
    4. ha cerchiato il messaggio
    5. l’ha scansionato
    6. mi ha allegato il jpg

    Devo aggiungere altro? 😀

  6. Forse le serviva scannerizzato dal cartaceo per le firme…..

  7. punkers79 ha detto:

    Probabilmente devono protocollare il cartaceo e fare la scansione dopo le timbrature, per la gestione documentale.
    Certo, potrebbero stamparsi il PDF… 😛

  8. Michele Rota ha detto:

    Questa è una delle migliori.

  9. LegolasTheElf ha detto:

    a dire il vero esiste sempre la legge piu’ ignorata dello stato italiano, il testo unico codice dell’amministrazione digitale , o CAD , o decreto legislativo 7 marzo 2005 n° 82, che OBBLIGA CHIUNQUE a considerare un PDF-A firmato digitalmente come un documento legale e irripudiabile a tutti gli effetti. si parla di un CAFF, pagato dallo stato. avrei chiesto la PEC (che DEVONO avere per legge) e gli avrei mandato VIA PEC un PDF firmato. poi se lo rifiutavano / perdevano / sarcavolo gli avrei piantato un fior fior di casino. qui non si tratta di un cliente, che potrebbe far ridere. si tratta di un fornitore di un pubblico servizio, che fa incazzare

  10. ilcomizietto ha detto:

    Come accennava coccinella, non mi stupirebbe che il programma preveda l’acquisizione del pdf solo dallo scanner collegato alla postazione. E non mi stupirebbe, anzi, ne sarei felicemente sorpreso, che la postazione non sia collegata ad internet (visti i dati che trattano e cosa installa e consulta l’utente medio sulla sua postazione) e quindi non possa ricevere pdf di sorta.

    Questo non toglie che con un’altra postazione (collegata a internet) e una stampante si sarebbe potuto facilmente superare il problema.

  11. Malenkij Robot ha detto:

    Immagino comunque si trattasse di un CAAF (e non di un CAFF).

  12. emma ha detto:

    ps: forse era CAAF? 🙂

  13. trix993 ha detto:

    Stessa situazione alla segreteria dell’Università. con due stampanti di rete nuove alle spalle hanno avuto il coraggio di dirmi che non potevano nemmeno stampare i documenti se glie li inoltravo per e-mail.

Commenta l'Amoilweb:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: