Però chiedo scusa.

Occorre che ci scusiamo.

Ci dispiace, siamo mortificati, sappiamo quanto sia ingiusto e grave creare attese e promesse senza compierle, specialmente verso chi cercava presso di noi ospitalità e una risposta alle proprie impellenti esigenze.
Non per nulla Dante pone coloro che tradiscono gli ospiti in fondo al proprio inferno, oltre al pozzo dei giganti e quasi in braccio a Lucifero.

Non abbiamo millantato lauree, partecipazioni a zecchinidoro o milioni di posti di lavoro.
Semplicemente Amoilweb è presente, causa i titoli dei post di fantasia e attinti dai riferimenti della nostra cultura di strada nazional-totocotugnesca-geek-popolare, in molte pagine di risultati su Google per ricerche che nulla ci azzeccano con i contenuti di cui trattiamo.

Persone che avevano un desiderio, un bisogno, una necessità e hanno deciso di affidarsi alle nostre pagine, senza trovare soddisfazione né un aiuto.
Ne siamo dispiaciuti e, appena ci siamo resi conto del grave problema, abbiamo sguinzagliato il nostro Istituto di Statistica Interno perché ci fornisse indicazioni utili per chiedere il perdono degli utenti irretiti.

Scusate, oh numerosissimi bambini e zuccherosi amanti del Natale per avervi fregato mentre cercavate “il natale quando arriva arriva” convinti di poter godere della simpatie del vecchierel Pozzetto e dello spot di un noto prodotto da forno natalizio e avete trovato questo Amoilweb.

Ci perdonino sia i giovani stagisti delle agenzie di comunicazione e marketing che cercavano di capire cosa si intendesse con “casalinga di voghera” sia gli amanti della categoria “casalinghe”, in particolare di Voghera ma non solo, probabilmente alla ricerca di piccanti segreti in ciabatte e grambiule. Entrambi si sono ritrovati su questo Amoilweb restando insoddisfatti e delusi.

Non sono poche le ricerche di“sedicinoni”, definizione dimensionale coniata per questo post. Probabilmente consigliati da qualcuno circa la necessità di dotarsi di un monitor più recente hanno pensato che si trattasse della solita parolona incomprensibile e hanno sperato di capire qualcosa sul nostro blog, senza riuscirci. Ancora oggi usano un quattroterzi.

Tanti, troppi, cercavano “zozzerie” e si son dovuti sorbire questo. Ci dispiace non avervi potuto dare una mano per soddisfare le vostre necessità. Però anche voi, non vi conviene avviare ricerche un po’ meno generiche e più circostanziate?

In diversi dichiaravano“odio la campagna” e hanno trovato una delle nostra categorie. Non so cosa speravano di trovare o se semplicemente erano abitanti di desolate lande collinari talmente in solitudine da dover affidare a Google i propri sfoghi.

Abbiamo inoltre deluso quelli che cercavano di fare una “torta di mele” e si son sorbiti uno dei nostri motti, gli indecisi che cercavano criteri per affidare il proprio voto con “promesse elettorali” con i risultati che sappiamo e tutti quelli che ancora hanno uno sbeccato salotto e una fatiscente cucina poiché cercando “Salone del mobile” son finiti a leggere i nostri Amoilweb anzichè alla fiera del design milanese. Davvero, ci spiace.

Agli studenti giunti a causa di “tema su una cosa fatta e non ricambiata” o che erano alla disperata ricerca di “scrittori contemporanei” (di cui cercavano “commenti”, “giudizi”, “valutazioni” e “riassunti”) e in particolare a colui che cercava “come si scrive carta igenica o carta igienica” pur scusandoci suggeriamo un po’ meno ricerche online e più studio sui libri vecchia maniera.

All’utente che “mi sono registrata a facebook con un indirizzo sbagliato” o che si domanda “cosa posso scrivere sulla foto di instagram”, che si dispera perché “non mi fà registrare su instagram” e a tutta la folta schiera di coloro che speravano di trovare risposte relativamente a “dove si trova la cache”, ” come si svuota la cache”, ” cosa è la cache” va la nostra comprensione e la nostra richiesta di perdono.

E in ultimo un plauso all’anonimo che cercava “cicciolina e i cavalli”.
Non mi stupisce la ricerca in sé.
Ma il fatto che abbia pensato cliccando sul risultato che questo post potesse dar soddisfazione alle sue attese.

Perdonino tutti questi delusi, e gli altri che non abbiamo citato, la nostra invasione di campo, grazie.

PS: Per quanti invece continuano a cercare “amo il web non corrisposto”, “amo l’informatica non ricambiato”, “amo il web non riamato”, “amo il web senza essere ricambiato”, “internet non ricambiato” eccetera eccetera nessuna richiesta di grazia. Hanno trovato quel che cercavano, sebbene a modo loro. E per questo li ringraziamo per l’affetto.

PSbis: che ci crediate o meno tutte le ricerche citate hanno condotto al nostro blog e son state registrate. Anche quella relativa a “cicciolina e i cavalli” che ancora non si sa come abbia rintracciato il sito ma a cui si deve questo post che ha ispirato diversi mesi fa.

10 thoughts on “Però chiedo scusa.

  1. key scrive:

    grazie per questa parte:
    “Tanti, troppi, cercavano “zozzerie” e si son dovuti sorbire questo. Ci dispiace non avervi potuto dare una mano per soddisfare le vostre necessità. Però anche voi, non vi conviene avviare ricerche un po’ meno generiche e più circostanziate?”
    che dopo averla vissuta la porto ancora nel Quore!

  2. reb scrive:

    bel post 😀

  3. Pjt scrive:

    La cosa non mi meraviglia: guardando che ricerche portano al mio blog (che poi è un mini-diario personale) ho trovato tra gli altri:
    – lucciole i mare
    – dove sono i cinema estivi?
    – albero di natale povero
    – raddrizzare naso
    e cosi via…

    http://ilmaredellavita.blogspot.it/2012/01/due-anni-di-blog.html

    • amoilweb scrive:

      Ehehehe… diciamo che mi son stupito delle numeriche… e volevo fare un piccolo divertissement seo visto quanto mi stressano ultimamente su questo tema…

  4. Mi sa che c’è da chiedere scusa anche a quelli come me che cercavo un amoilweb in questo post e si sono trovati un articolo lunghissimo! 😄 …scherzo! categoria “Diamo i numeri” è decisamente azzeccata!

    • amoilweb scrive:

      Come dicevo ieri su Twitter: a forza di richieste di banner teaser, claim teaser, siti teaser, portali teaser, teaser teaser ho imparato anche io a fare i lanci teaser che quando scopri poi cosa è effettivamente l’oggetto del contendere ti incazzi…

  5. lisecharmel scrive:

    su un mio blog precedente (un diario personale) ogni mese arrivava qualcuno digitando “zia senza mutande” e a volte purtroppo, addirittura “nonna senza mutande”. non ho mai capito come fosse possibile e soprattutto perché ci tornasse tutti i mesi.

  6. apheniti scrive:

    Una delle parole più ricercate per arrivare al mio blog è megaporn… E conduce ad un mio post dove parlavo della chiusura di megaupload, megavideo e megaporn e dell’arresto di Schmitz.

  7. marcomg scrive:

    Perché se cercate «assumere patatine scadute» si trovano risultati che non c’entrano niente 🙂

Commenta l'Amoilweb:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: