Tipo speciale

Cliente: …nell’alert hai scritto: “La password deve rispettare i seguenti criteri: min 8 caratteri, almeno una lettera maiuscola, un numero e un carattere speciale”

Io: Più o meno è uno standard per una buona sicurezza della password.

Cliente: (stizzito) Sì va bene, ma cos’è questo carattere speciale? Lo create voi ogni volta?

Io:

Un sicuro contributo di cr45h0v3rr1d3 che Ama il web, non ricambiato. E inventare caratteri speciali a nastro…

22 thoughts on “Tipo speciale

  1. Punkers79 scrive:

    Beh, non è che “carattere speciale” sia esattamente una descrizione chiara…

  2. hardhaidmoe scrive:

    Ma carattere speciale, vuol dire che devi avere un buon carattere? o cattivo carattere? Se sei schivo, vale anche nei giorni pari o solo in quelli dispari?

  3. Teo scrive:

    cr45h0v3rr1d3… anch’io da sbarbatello usavo nick del genere… leggevo Gibson, avevo i capelli… 😀

  4. DAI MARIO! scrive:

    Sì ma… questa non fa ridere. PUNTO.

  5. No, c’è un’intera industria che non fa che produrre caratteri speciali per le password…

  6. apheniti scrive:

    I caratteri speciali si comprano in una confezione a parte, vero?

  7. lukasbrunner scrive:

    I caratteri speciali sono belli e sicuri finché non ti trovi a dover fare il login con una tastiera diversa da quella cui sei abituato. E tanti auguri se ti trovi a dover utilizzare una tastiera francese…

  8. no scrive:

    Chi usa termini come “alert” non può non conoscere il significato di “carattere speciale”.

    Storiella inventata, come tutte le altre

    • amoilweb scrive:

      Sul fatto che alcune siano inventate lo sanno solo gli autori ma ti garantisco, per quel che vale, che tutte quelle che non hanno un autore dichiarato sono mie. Vissute in prima persona e con tanto di testimoni.
      Ma in fin dei conti cosa importa? Ci son fior fior di commenti e email di persone che garantiscono di averne vissute di uguali con i propri clienti.
      E se anche tu fai il nostro lavoro son certo che tu ne abbia da raccontare. O da inventare.

    • ecmedia scrive:

      Caro no, concordo pienamente con amoilweb. Solo chi fa il nostro lavoro, e ha a che fare direttamente con i clienti, sa che queste storie sono più che vere. Anzi! A me personalmente sono successe cose decisamente più incredibili, eppure anch’esse vere. I clienti sanno sempre tirar fuori qualche nuova perla rara! 😀

  9. cr45h0v3rr1d380 scrive:

    Per quelli che dicono che la storiella sia inventata, vi posso assicuare che è tutto vero.

    Come fa notare ecmedia, nel nostro lavoro se ne vedono di tutti i colori, e quando i clienti usano parole come alert, modal, popup e via dicendo, stanno solo utilizzando termini sentiti da noi.

    Per il resto fatevi una risata, anche se sono storie inventate non vedo il motivo di essere sempre negativi, a meno che questo non sia un blog polemico 🙂

  10. Ares scrive:

    Questa non fa ridere. L’utente non e’ necessariamente uno scemo, semplicemente non li e’ chiaro il concetto, che puo’ capitare. Se fossero tutti al massimo cosi, questo sarebbe un mondo perfetto.

  11. thejaman scrive:

    Io non li ho mai obbligati a password del genere, mi contento del numero di caratteri.
    Se vogliono una password poco sicura è un problema loro, l’utente medio non usa caratteri speciali ne sa cosa sono detta così 🙂

    Bisogna tener conto del target, spesso un “ed un carattere speciale (,.?!*+- eccetera)” rende più semplici le cose 🙂

    Poi se cercano di mettere “eccetera” come carattere speciale, siamo sulla coda della gaussiana.

    • Rael scrive:

      in certi casi è obbligatorio. Nell’azienda dove lavoravo prima, avevamo la certificazione SOX (non so se sia certificazione, abilitazione o chissà che, comunque è una roba che serve all’azienda per scambiare dati con gli stati uniti).
      Per la sox è obbligatorio l’uso di quel tipo di pwd.

      • Rael scrive:

        e comunque insultare i caratteri speciali è discriminazione bella e buona…ecco, incivili!!! 🙂

  12. Claire scrive:

    non mi sconvolgerei per un ‘alert’ accoppiato a un ‘cosa sono i carateri speciali?’
    la preparazione a macchia di leopardo e’ diffusa 😉
    io xex programmero’ pure i supercalcolatori, ma non piu’ tardi di ieri un collega mi ha mostrato il tasto ‘Home’: non l’avevo mai visto! :O (e gia’ non mi ricordo piu’ come si usa)
    il mio collega, Sys Ad in un centro di ricerca in Fisica, avrebbe da raccontarvene, su noi utonti…. (IN TEORIA cervelloni, perfettamente anglofoni e programmatori)
    e SI: lui s’e’ preso la briga di pretendere da tutti password come quella descritta dal post!
    (credo che stia ancora inseguendo qualche reticente…)

Commenta l'Amoilweb:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: