Semplice semplice semplice.

Cliente: L’ho invitata perché vorremmo un sito di compravendite semplice semplice semplice…nulla di stratosferico. Conosci Subito.it?

Io: Bhe… sì…

Cliente: Conosci Kijiji?

Io: Certo!

Cliente: Google?

Io: Ovvio!

Cliente: Ecco, lo voglio così, come questi: nulla di più, nulla di meno!

Io: Ehm.. e quanto sarebbe il budget?

Cliente: Budget? Intanto cominciate a lavorarci, così poi vediam…

Io: Grazie per il caffè.

Un contributo di Angelo che Ama il web, non ricambiato. E scrocca i caffè in giro.

28 thoughts on “Semplice semplice semplice.

  1. Punkers79 scrive:

    Mi ricorda tanto qualcosa…

  2. rialtaim scrive:

    Hanno dimenticato eBay. Facilissimo 🙂

  3. Alessandra scrive:

    … tanto è già pronto, cosa ti costa a copiarlo? Vorrai mica essere anche pagato???

  4. Naaa, ma allora sono proprio tutti uguali i clienti!!!

  5. lisecharmel scrive:

    già a “conosci google” bisognava alzarsi e andarsene

  6. Ah, volevi dei soldi?! 😛

    • amoilweb scrive:

      No, io no. E’ quell’esoso di Angelo che mi ha mandato questo Amoilweb che pretende pure di esser pagato per fare un semplice sito, tipo Subito.it

    • Angelo scrive:

      lo so ragazzi, ma io solo cose semplici semplici come google so fare, se non mi faccio pagare nemmeno per quello devo chiudere bottega, beati voi che sapete fare cose più difficili da spendere e con cui chiedere giustamente oneri… non tutti sono fortunati come voi 🙂

      • amoilweb scrive:

        Scusa Angelo, ma proprio non sono d’accordo. Facendo pagare siti come Google (magari sostenendo pure che siano dei motori di ricerca e non dei semplici siti) tu rovini il mercato.

      • Pipkin scrive:

        Angelo sei un pezzente, oltre che un incapace 😦 Mi spiace tanto per te.

  7. Nico S. scrive:

    non ci credo…
    dimmi che è per far sorridere!

    • amoilweb scrive:

      Non è capitata a me. A me, che io mi ricordi, hanno chiesto di fare un social come Facebook, un sito come Groupon, svariati Farmville e Angrybird, non so più quante app come Foursquare e Instagram. Ovviamente in tempi ridicoli e con budget da template di wordpress. In effetti Subito.it non me lo han mai chiesto. Potrebbe essere un fake ma tendo a credere ad Angelo.

      • Antonio Volpe scrive:

        Posso confermare che non è affatto un fake. Abbiamo avuto sia io che Angelo, la fortuna di incontrare questo “buon samaritano” per farci arricchire il nostro curriculum…

  8. Alessia Heartilly scrive:

    Come se il caffè non fosse già un pagamento sufficiente…

  9. solounoscoglio scrive:

    tu inizia a lavorarci su, poi se mi piace te lo compro, se no te lo tieni come esperienza….
    a me l’hanno detto una marea di volte senza neanche il caffè…sigh!

  10. Angelo scrive:

    Ragazzi purtroppo è vero, anzi vi giuro che era peggio di così, non scrivo il sito che qualcuno gli ha realizzato per paura 🙂

  11. Sara scrive:

    ma non ci credo… pensavo che il problema fosse solo nel campo dell’illustrazione e del fumetto, visto come un “tanto tu ti diverti a disegnare, mica lavori sul serio”… mah!!! 😦

  12. Discorsi familiarissimi 🙂

    Io invece, come risposta, faccio il paragone con il benzinaio: ti è mai capitato di andare a fare benzina e poi dire “Fammi il pieno. Ti pago quando l’ho finito.”?

  13. Sarei curioso di sapere il concetto di “complicato” per il cliente

  14. Stefano scrive:

    e tu non glielo hai fatto?
    Non si rifiuta il lavoro!!!
    Che ci vuole a copiare Google…
    pagina bianca, un form di ricerca e 4 pulsanti in alto con scritto email e minchiate varie…

    P.s. prendo nota della risposta sul benzinaio 😀

  15. antigonewoland scrive:

    un negozio di scarpe, in un paese inculato del piemonte, inculato lui stesso e senza nemmeno l’insegna in una via senza passaggio commerciale. Cliente: hai presente zalando? Io: si. Cliente: lo vorrei come quello. Io: e quanto vorresti spendere? Lui: guarda altri mi hanno chiesto 2500 euri + iva… ma a me pare troppo. Io: ti faccio presente che zalando è una ditta tedesca che vende in tutta europa (con un sito dedicato in lingua originale, paese per paese) e che per ogni passaggio in prima serata sulla rai paga 180.000 euri. Cliente: ….

Commenta l'Amoilweb:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: