Hacker ellenici.

Cliente: Aiuto, ci hanno hackerato il sito!!!!

Io: Ma come? Siamo ancora alla versione di test, non è nemmeno finito…

Cliente: Si si, sono entrati e hanno scritto, addirittura in greco antico!

Io: Greco antico? Mi faccia controllare per bene. Ma scusi.. intende per caso la scritta “Lorem ipsum dolor sit amet…”

Cliente: Si si quello!!!

Io: Eh mi spiace, gli hacker greci sono tremendi di questi tempi…

Un virale contributo di Francesco, che Ama il web, non ricambiato e sotto attacco.

30 thoughts on “Hacker ellenici.

  1. Questa è nella top 5. Muoio dal ridere :°D

  2. Flo scrive:

    ignoranti 2 volte!!! è latino 😦

  3. fausto scrive:

    Ma come è messo questo? Comunque davvero esilarante!

  4. Vale scrive:

    Madonna santa… lorem ipsum è latino… Capre.

  5. Nik scrive:

    Uno dei miei primi clienti, quando gli presentai la bozza del sito, mi chiese cosa fossero “queste scritte in inglese”…. anzi, proprio a causa di quel testo “inglese” credeva che invece di fargli il sito lo avessi comprato da qualcun altro e minacciava di togliermi il lavoro!

    • Antonio scrive:

      ti capisco……

    • ocramot scrive:

      (Scusate se rispondo a un commento di più di tre anni e mezzo fa, ma ) non so cosa sia peggio, se il cliente che non distingue il latino dall’inglese, o il cliente che pensa che tutti siano ignoranti in inglese quanto lui (e quindi se c’è un testo in inglese, non puoi averlo scritto tu, devi per forza aver comprato il sito da qualcun altro!)

  6. Pepe scrive:

    Okkio. NON è latino. E’ latineggiante… Non esiste in Latino una parola Lorem…

    http://www.straightdope.com/columns/read/2290/what-does-the-filler-text-lorem-ipsum-mean

    ;-))

  7. Leonardo scrive:

    Sbagliato, è latino vero, Cicerone…

    “Al contrario di quanto si pensi, Lorem Ipsum non è semplicemente una sequenza casuale di caratteri. Risale ad un classico della letteratura latina del 45 AC, cosa che lo rende vecchio di 2000 anni. Richard McClintock, professore di latino al Hampden-Sydney College in Virginia, ha ricercato una delle più oscure parole latine, consectetur, da un passaggio del Lorem Ipsum e ha scoperto tra i vari testi in cui è citata, la fonte da cui è tratto il testo, le sezioni 1.10.32 and 1.10.33 del “de Finibus Bonorum et Malorum” di Cicerone. Questo testo è un trattato su teorie di etica, molto popolare nel Rinascimento. La prima riga del Lorem Ipsum, “Lorem ipsum dolor sit amet..”, è tratta da un passaggio della sezione 1.10.32.

    Il brano standard del Lorem Ipsum usato sin dal sedicesimo secolo è riprodotto qui di seguito per coloro che fossero interessati. Anche le sezioni 1.10.32 e 1.10.33 del “de Finibus Bonorum et Malorum” di Cicerone sono riprodotte nella loro forma originale, accompagnate dalla traduzione inglese del 1914 di H. Rackham.”

    Fonte: http://it.lipsum.com/

  8. Ontis scrive:

    Un nostro cliente alla presentazione della proposta grafica del sito ci disse: “Bella la grafica ma per i testi userei qualcosa di meno altisonante del latino!”.

  9. Sergio scrive:

    Fantastico, li ho letti tutti, mi hanno completamente rapito, eh eh. 🙂

  10. Specie se invece di esser greci sono latini… 🙂 Fantastici questi post! bellissimi davvero!

  11. Artlandis scrive:

    ehehehehe a me successe lo stesso anni fa: un sito in test e il cliente che mi fa “si ma togli l’inglese che noi siamo italiani”. E io a chiedermi dove diavolo avesse visto l’inglese, poi ho realizzato al suo “si, si, quel lores isum..”.. 😀

  12. LizzyGrafiklisa scrive:

    Quando lavoravo a Londra pensavano che noi Italiani usassimo un diverso testo di riempimento, giusto noi parliamo latino correntemente!!!

  13. Fabio scrive:

    ommioddio ma non ci credo

  14. ziofrango scrive:

    ci credo che poi la Grecia va in malora 😀

  15. buon compleanno a questo amoilweb!

  16. giuliandgiuls scrive:

    hahha ma non ci credooooooo
    Che infami sti Greci eh?? 😉

  17. Mi sa che da ora in poi il mio testo di prova sarà “Testo di prova Lorem ipsum dolor sit amet… etc…”. Potrei anche aggiungerci un “Scemo chi legge” in fondo al testo, giusto per andare sul sicuro.

  18. salvodapisa scrive:

    Io ho smesso con il “Lorem ipsum”. Ora scrivo direttamente: “Testo finto scritto per finta per far vedere che c’è scritto qualcosa. Testo finto scritto per finta per far vedere che c’è scritto qualcosa. Testo finto scritto per finta per far vedere che c’è scritto qualcosa. Testo finto scritto per finta per far vedere che c’è scritto qualcosa…”

Commenta l'Amoilweb:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: